Sentirsi italiani o esserlo per legge?

Sentirsi italiani o esserlo per legge?

“Ius soli“, ovvero il diritto alla sola (fregatura alla romana), presupponendo che sia un diritto l’essere cittadino italiano. In parole povere… se i tuoi genitori, immigrati, pagano le tasse al governo italiano e risiedono vivendo continuamente in Italia (ovvero producono reddito e si muovono sul territorio avendo casa e tutto il corollario che sembra essere…

Dalla parte di Dora, contro il razzismo

Dalla parte di Dora, contro il razzismo

Le cronache di questo agosto caldo, non solo dal punto di vista meteorologico, portano alla luce un altro caso di razzismo nella “civile” Italia. Stavolta accade a Verona. Una ragazza quindicenne è stata esclusa da un concorso canoro. La giustificazione ricevuta via Facebook dal gestore della pagina web del concorso lascia senza parole per la dose…

Come si racconta l'immigrazione

Come si racconta l’immigrazione

E’ con immenso piacere che diamo il benvenuto al Prof. Marino D’Amore che con questo articolo inizia la sua collaborazione con Parole Democratiche. Benvenuto tra noi! *** L’immigrazione è oggi un tema molto attuale. In ambito giornalistico-televisivo non sono solo i titoli a sottendere un velato razzismo, ma gli stessi termini che vengono utilizzati dai…

Chi ha paura dello Ius soli?

Chi ha paura dello Ius soli?

La polemica di questi giorni sul rinvio dell’approvazione della legge sullo ius soli – la cittadinanza italiana ai bambini nati nel nostro Paese da genitori stranieri (solo se hanno un permesso di soggiorno di almeno 5 anni) e a quelli arrivati prima dei 12 anni, ma dopo un ciclo scolastico – merita chiarezza. Non entriamo…

Ius soli, cosa prevede (DAVVERO) la nuova legge

In Senato parte la discussione sullo ius soli. L’esame del ddl sulla riforma della cittadinanza (ius soli, appunto) non poteva iniziare però in modo peggiore. Una bagarre degna delle peggiori dittature; il presidente del Senato oggetto dei “vaffa” di Sergio Volpi, senatore della Lega Nord; il ferimento della ministra Fedeli. Per fortuna nulla di grave….

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

I cookie aiutano Parole Democratiche a fornire servizi di qualità. Navigando sul sito accetti il loro utilizzo. Informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi